Giancarlo Franco Tramontin_Semiotica della bellezza

social networks
Facebook Twitter Google Plus Linkedin Instagram Pinterest

 

“SEMIOTICA DELLA BELLEZZA”

i segni scultorei di Giancarlo Franco Tramontin

a cura di Fiammetta Galleni

 

 

La mostra, curata da Fiammetta Galleni e patrocinata dal Comune di Pietrasanta, racchiude i lavori più recenti dello scultore nato a Venezia nel 1931: una sintesi perfetta dell’opera di un Maestro che ha donato la propria vita all’arte e alla bellezza e ad esse ha dato vita attraverso la scultura.

Tramontin si dedica completamente alla figura umana, privilegiando in particolare il corpo femminile, che interpreta utilizzando i materiali per eccellenza della scultura: marmo statuario e marmo nero del Belgio; il bronzo brunito e il bronzo dorato. Il suo modus scultoreo è essenziale, nitido, puro: attraverso pochi e misuratissimi tocchi leggeri sulla materia riesce a comunicare l’essenza e la sostanza corporea ed a racchiudere in essi tutta la bellezza dell’opera.

È un dialogo sussurrato in punta di piedi, come un segreto confidato all’orecchio dello spettatore, tanto sono pochi i segni scultorei con i quali Tramontin riesce a interpretare e sintetizzare la figura umana: una silhouette perfetta che prende forma e movimento nello spazio.

Soprattutto nelle sue ultime creazioni, o creature, riduce la forma ad una delicata bidimensionalità, o se vogliamo essere più esatti ad una tridimensionalità ridotta ai minimi termini, e ad una frontalità che assottiglia la materia fino a renderla membrana vibrante che può lasciar passare luce e concentra il significato della forma in pochi sapientissimi linee tracciate su una superficie.

Un’occasione unica per conoscere un Maestro, titolare della cattedra di scultura dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, allievo di Alberto Viani, che ha avuto nella vita numerosissimi riconoscimenti e premi.

2 agosto – 13 settembre 2015